La cultura della sostenibilità passa dai giovani. Intervista a Roberto Moneta, AD GSE

Vedi articolo completo su Scienza e Governo LUNEDì 17 GIUGNO 2019 Formare le giovani generazioni sui temi dell’efficienza energetica e dello sviluppo sostenibile è tra gli obiettivi del Gestore Servizi Energetici (GSE). Numerose le iniziative portate avanti con pubbliche amministrazioni, […]

Il nostro obiettivo è restituire un nome alle vittime del Mediterraneo. Intervista a Cristina Cattaneo

Vedi articolo completo su Scienza e Governo LUNEDì 13 MAGGIO 2019 A conclusione del Premio Galileo 2019 per la divulgazione scientifica, pubblichiamo l’intervista alla vincitrice Cristina Cattaneo, professore ordinario di Medicina Legale presso l’Università degli Studi di Milano e direttore […]

La ricerca scientifica può cambiare l’Italia. Intervista a Roberto Defez

Vedi articolo completo su Scienza e Governo GIOVEDì 9 MAGGIO 2019 Continua il ciclo di interviste organizzato da Ambiente Risorse Salute in occasione del Premio Galileo 2019 per la divulgazione scientifica, il principale evento della Settimana della scienza e dell’innovazione […]

Tra scienza e impegno civile, il ruolo della fisica per la pace nel mondo. Intervista a Pietro Greco

Vedi articolo completo su Scienza e Governo MERCOLEDì 8 MAGGIO 2019 In occasione della Settimana della scienza e dell’innovazione di Padova, Ambiente Risorse Salute ha deciso di conoscere un po’ più da vicino i finalisti del Premio Galileo 2019 per […]

Greta Thunberg al Friday for Future di Roma: “La nostra battaglia durerà anni”

Vedi articolo completo su Scienza e Governo MARTEDì 23 APRILE 2019 Migliaia di ragazzi provenienti da tutta Italia hanno partecipato al Friday for Future del 19 aprile. Ospite speciale dell’evento, la giovane attivista per il clima Greta Thunberg, che su […]

 

ENEA | “Efficienza Energetica per la competitività delle imprese agricole, agroalimentari e forestali”

VENERDì 10 GIUGNO 2016

Il prossimo 14 giugno si terrà presso la sede ENEA di Roma il workshop “Efficienza Energetica per la competitività delle imprese agricole, agroalimentari e forestali“. Parteciperanno all’evento rappresentanti delle istituzioni, esponenti delle associazioni di settore, imprenditori, esperti e ricercatori, per affrontare i temi della riqualificazione tecnologica e della competitività del sistema agroalimentare in linea con i programmi europei e nazionali sull’efficienza energetica, sulla green economy e sullo sviluppo economico sostenibile.

Il workshop si terrà presso la sede ENEA di Roma, Via Giulio Romano 41 dalle ore 9:30 alle 14:00. Per il programma dell’evento, registrazioni online e accrediti stampa clicca qui

I pericoli del Web: per 8 giovani su 10 rischio abusi. Lo studio Unicef

Vedi articolo su AgoraVox Italia 

MARTEDì 7 GIUGNO 2016

Secondo ”Perils and Possibilities: growing up online”, sondaggio internazionale realizzato da Unicef su un campione di 10mila ragazzi di 18 anni di 25 paesi diversi, 8 su 10 credono che i giovani corrano il rischio di subire una qualche forma di abuso sessuale  o di esseri sfruttati attraverso la rete e oltre 5 su 10 pensano che i loro amici siano entrati in contatto con situazioni pericolose.

”I telefoni mobili e internet hanno rivoluzionato l’accesso dei giovani all’informazione, ma il sondaggio ha rilevato quanto attraverso internet sia reale il rischio di abusi per i ragazzi e le ragazze”, ha dichiarato Cornelius Williams, Direttore Associato UNICEF per la Protezione dell’Infanzia. ”A livello globale, un utente su 3 in internet è un minorenne.

Secondo il sondaggio risulta che circa 90% degli adolescenti intervistati ha sicurezza nelle proprie abilità di navigare in modo sicuro e crede di poter evitare i pericoli online. Circa 6 ragazzi su 10 affermano che incontrare nuove persone online sia molto o abbastanza importante per loro e il 36% saprebbe riconoscere quando una persona attraverso internet stia mentendo.

Dal rapporto emerge inoltre che il 67% delle ragazze si dice molto preoccupato in caso di commenti o richieste a sfondo sessuale su internet, rispetto al 47% dei ragazzi. Quando si presentano minacce online, la maggior parte degli adolescenti preferisce rivolgersi agli amici più che ai genitori o agli insegnanti e meno della metà dei ragazzi ha affermato che saprebbe aiutare un amico ad affrontare un pericolo online.

Per stimolare i bambini e gli adolescenti a dare il proprio contributo per porre fine alla violenza online, l’Unicef sta lanciando “ReplyforAll”, parte dell’iniziativa globale “End Violence Against Children”, in cui agli adolescenti viene chiesto di condividere messaggi positivi per una più consapevole e sicura navigazione in rete.

Festival delle Scienze 2016 – Einstein protagonista dell’evento

Vedi articolo su AgoraVox Italia 

DOMENICA 15 MAGGIO 2016

Tre giorni tra conferenze, lectio magistralis, workshop e spettacoli dal vivo  dedicati ad Albert Einstein, pilastro del Novecento, e alle sue principali teorie, a cent’anni dalla pubblicazione della teoria della relatività generale e nell’anno della conferma sperimentale delle onde gravitazionali, teoria portata avanti dal celebre scienziato tedesco.

Il Festival delle Scienze di Roma, arrivato alla sua undicesima edizione, si svolgerà dal 20 al 22 maggio 2016 presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma. L’evento è organizzato dalla Fondazione Musica per Roma in collaborazione con Codice. Idee per la Cultura e con la partnership scientifica dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) e dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.Il tema chiave di quest’anno sarà la relatività, filo conduttore di un viaggio che non si limita a ricordare solo l’importanza storica della teoria di Einstein, ma che si estende anche al suo rapporto con le scienze umane (psicologia, sociologia, filosofia), fino a raggiungere i settori più innovativi della ricerca contemporanea (fisica quantistica, Big Data).

Durante la conferenza stampa di presentazione del festival, il Presidente della Fondazione Musica per Roma, Aurelio Regina, ha affermato che «Lo scorso anno la decima edizione del Festival delle Scienze, dedicata all’Ignoto, ha suscitato l’interesse di 20 mila persone. Si può calcolare che più di 200.000 spettatori hanno frequentato l’Auditorium in questi anni, nei giorni del festival delle scienze. A distanza di cento anni dalla sua pubblicazione, la teoria della relatività generale di Einstein è più che mai attuale e ha rivoluzionato la fisica classica».

Sempre durante la rassegna, l’Amministratore delegato della Fondazione Musica per Roma, José Ramòn Dosal ha aggiunto che «Ad accompagnarci in questo viaggio ci saranno alcune delle più importanti personalità internazionali nel campo della ricerca scientifica. E proprio qui in Auditorium abbiamo ospitato due importanti appuntamenti su questo tema, in collaborazione con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare: a febbraio la conferenza “Einstein aveva ragione” e ad aprile la  conferenza “Macchine per scoprire, dal bosone di Higgs alla nuova fisica».

A presentare gli ospiti internazionali, è Vittorio Bo, co-direttore del Festival. Tra i principali ospiti, Joao Magueijo, dell’Imperial College di Londra, Elena Aprile della Columbia University, Scott Hughes, Seth Lloyd e David Kaiser del Massachussets Institute of Technology (MIT) e Ned Markosian dell’Università del Massachussets, i quali saranno tutti protagonisti di una serie di lectio magistralis.

Il Festival è stato inoltre inserito della Stagioni delle Arti, la “Primavera”, che prevedrà una serie di appuntamenti dedicati ai più piccoli e alle loro famiglie che vedranno la partecipazione di numerosi artisti, musicisti, attori e animatori.

Firenze, dal 15 al 17 aprile torna il “Festival dei Bambini – Nuovi Mondi”

Vedi articolo su AgoraVox Italia

DOMENICA 10 APRILE 2016

Tre giorni di eventi, spettacoli, workshop e laboratori creativi rivolti ai più piccoli. Dal 15 al 17 aprile torna con la terza edizione il “Festival dei Bambini – Nuovi Mondi – Insieme è meglio”, evento organizzato da Codice – “Idee per la cultura” e promosso dal Comune di Firenze. Tra le principali partecipazioni al Festival, l’Indire (Istituto Nazionale Documentazione Innovazione Ricerca Educativa), il Ministero della Difesa, Poste Italiane, Autostrade per l’Italia, Fastweb, Intesa San Paolo, Montblanc e Sammontana.

Quest’anno la manifestazione è dedicata al ricordo dell’alluvione dell’Arno che colpì la città di Firenze nel 1966 e che vide l’enorme solidarietà e partecipazione da parte di migliaia di giovani di tutte le nazionalità che, subito dopo l’alluvione, giunsero nel capoluogo fiorentino per salvare le opere d’arte, i libri ed altri beni artistici danneggiati durante l’alluvione. Questi giovani presero poi il nome di “Angeli del Fango”, definizione creata dal giornalista Giovanni Grazzini. Attraverso una serie di mostre e laboratori verrà spiegato ai ragazzi il legame che c’è tra la città e il suo fiume. «E’ un progetto in cui crediamo tantissimo che abbraccia sempre più generazioni – dichiara il sindaco di Firenze Dario Nardella in una nota diffusa da la Repubblica – i bambini sono la nostra bussola, orientano le nostre scelte e se il festival piace a loro abbiamo vinto».

Tra gli eventi in programma, “Minecraft a Scuola”, workshop organizzato da Andrea Benassi e Lorenzo Guasti , due ricercatori dell’Indire, partner scientifico del Festival, che si terrà presso la Scuola Pestalozzi di Firenze durante il quale bambini dai 7 ai 12 anni potranno sperimentare alcune applicazioni didattiche con il videogame Minecraft. Dalla costruzione di intere città al combattimento in stile “arcade”, il tutto con l’obiettivo di sperimentare la loro creatività e le potenzialità didattiche del software. «L’Indire partecipa con entusiasmo al Festival dei Bambini – dichiara il Direttore Generale Indire Flaminio Galli in una nota diffusa dall’ufficio stampa – mettendo a disposizione di scuole e addetti ai lavori la sua pluriennale esperienza di ricerca didattica. Siamo quindi lieti di poter la collaborazione con il Comune di Firenze, città dove l’Istituto è stato fondato 90 anni fa e dove svolge il suo ruolo in favore dell’innovazione dell’intero sistema scolastico italiano».

Altro evento in programma è il Laboratorio di archeo-fisica “La ricerca al servizio dell’arte”, organizzato da ricercatori Labec (Laboratorio di tecniche nucleari per l’ambiente e per i beni culturali) dell’Infn (Istituto Nazionale di Fisica Nucleare), il quale si svolge attraverso alcune storie a fumetti apparse sul magazine Topolino dedicate alla fisica : “ll bosino di Higgs” (2013), “Topolino e l’acceleratore nucleare” (1985), “Zio Paperone e Battista e l’Organipotogramma” (2016). Nel laboratorio i ricercatori lavoreranno insieme con i ragazzi ripercorrendo il processo che porta al ritrovamento di un reperto, alla sua analisi e si conclude con la datazione.

In programma anche il viaggio tra le stelle, organizzato nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio, durante il quale Luca Parmitano, astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea e protagonista della prima missione di lunga durata dell’Agenzia Spaziale Italiana, condurrà i bambini alla scoperta dei segreti dello spazio, durante il quale racconterà la sua missione e risponderà alle domande dei bambini.

Sempre rivolto ai bambini, “Smart Lab – Il parco dell’innovazione” promosso da Fastweb in collaborazione con Kentsrapper, azienda di stampanti 3D, che si terrà presso la Sala d’arme di Palazzo Vecchio e in occasione del quale saranno organizzati laboratori creativi dove i bambini impareranno a modellare e stampare oggetti in 3D, realizzeranno corti animati in “stop-motion” con la plastilina, creeranno sculture a partire da un pannello di cartone o un pianeta da un mucchio di cannucce.

In programma anche eventi per i più grandi come “Io non rischio”, campagna di comunicazione nazionale sulle buone pratiche di protezione civile, promossa e realizzata dal Dipartimento della Protezione Civile, Ingv (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), Anpas (Associazione Nazionale delle Pubbliche Assistenze) e ReLUIS (Consorzio interuniversitario dei laboratori di Ingegneria sismica), con l’obiettivo di promuoverne un ruolo attivo nel campo della prevenzione dei rischi.

H-FARM – “La scuola la fanno i ragazzi”

Vedi articolo su AgoraVox Italia 

MERCOLEDì 9 MARZO 2016

Il 2 aprile a Roncade, in provincia di Treviso, si terrà l’evento “La scuola che vorrei” organizzato da H-FARM, piattaforma digitale nata nel 2005 con l’obiettivo di aiutare giovani imprenditori a realizzare progetti innovativi, e supportare le aziende italiane nel passaggio al digitale.

All’evento, che durerà una sola giornata, prenderanno parte ragazzi tra i 10 e 15 anni che , suddivisi in gruppi di lavoro e accompagnati dal team di H-FARM, metteranno alla prova le proprie abilità progettuali e la loro creatività per produrre un mini progetto attraverso il quale racconteranno la scuola che sognano per il futuro dal punto di vista degli spazi scolastici, il modello educativo e la didattica.

Quello dell’Education è un ambito in cui H- investe già dal 2010 attraverso due progetti: il primo, promosso da Digital Accademia, è mirato a supportare le aziende nel loro percorso di trasformazione digitale e nel relativo processo di cambiamento del metodo di lavoro, dell’organizzazione e dei linguaggi; il secondo si pone come obiettivo quello di progettare e realizzare percorsi di studio che forniscano le competenze per affrontare le sfide professionali del nostro presente.

Proprio in quest’ultimo ambito H-FARM ha lanciato di recente H-CAMPUS, un progetto internazionale finalizzato a creare un percorso formativo K-12 per i ragazzi dai 6 ai 26 anni. Si parte dai primi anni di età scolare fino al diploma di scuola superiore, al quale si aggiunge la formazione post diploma, dalla laurea ai master, che permetterà ai giovani di oggi di affrontare in modo consapevole gli enormi cambiamenti che il digitale sta apportando nel sistema lavorativo globale.

I ragazzini di oggi sono straordinariamente svegli – ha dichiarato Riccardo Donadon, fondatore e amministratore delegato di H-Farm, all’agenzia di stampa Adnkronos – e hanno un’enorme opportunità di crescere e imparare in modo diverso da come lo faceva la nostra generazione. Grazie a Internet la conoscenza è letteralmente alla loro portata e noi dobbiamo indirizzarli e condurli affinché comprendano in modo corretto tutte le occasioni che hanno a disposizione, così che sappiano orientarsi e scegliere in maniera consapevole. I giovani sono il nostro futuro e noi abbiamo il dovere morale di investire su di loro”.

A proposito dell’evento si è pronunciato anche Carlo Carraro, professore di econometria ed economia ambientale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia ed Head of Education di H-Farm: “Stiamo costruendo un progetto educativo completamente nuovo – spiega Carlo Carraro – e non possiamo non considerare le idee di chi ne è protagonista. Questa è la prima edizione di un appuntamento che diventerà per noi strutturale per raccogliere dai ragazzi le idee migliori rispetto a cosa si aspettano dalla formazione“.

A conclusione dell’evento i progetti più interessanti e innovativi saranno premiati da una giuria speciale, composta da un gruppo di giovani che lavorano in H-FARM. I primi classificati verranno premiati con una settimana gratuita ai Digital Native Camp 2016, in programma quest’estate, e vedranno esposto il proprio lavoro nella nella loro scuola e sui canali social di H-FARM.